Halloween è quasi arrivato e questa festa ormai così di moda anche da noi, può essere affrontata in modo Sostenibile: costumi fai da te, decorazioni in plastica riciclata, riutilizzo di vasetti, riciclo creativo,...

Halloween viene solo una volta all’anno, ma in Italia (prima del COVID) questa tradizione coinvolgeva già più di 10 milioni di Italiani nel 2019 e oltre 300 milioni di spesa (fonte: Codacons/Finanzaonline.com). E una quota significativa di questa spesa viene attribuita ai costumi e alle decorazioni. Dobbiamo impegnarci a non farla diventare una festa dello spreco, questo sì sarebbe davvero spaventoso.

Vediamo come fare:

  1. I costumi
    I costumi di Halloween, specialmente in Italia in cui la tradizione di Halloween è ancora “fresca”, sono spesso in plastica, usa e getta e spesso provenienti da tutte le parti del mondo. Questi prodotti contribuiscono a pesanti emissioni di CO2, incoraggiano la plastica monouso e finiscono velocemente nelle discariche appena passano di moda. In realtà si potrebbe approfittare di Halloween per diventare creativi, senza preoccuparsi troppo del risultato perfetto, visto che è la festa delle cose terrificanti :). Per me Halloween ha rappresentato la mia volontà di imparare a cucire a macchina...il risultato non è ancora quello che vorrei, ma con i bambini abbiamo creato questa bellissima tradizione di dedicare molte sere di Ottobre alla progettazione e realizzazione delle nostre idee più mostruose. Abbiamo iniziato a recuperare vecchi vestiti che non usavamo più, pezzi di stoffa vecchi e anche oggetti che alternativamente avremmo buttato. L’effetto mostruoso è assicurato. Ma per chi non ha molto tempo a disposizione e la macchina da cucire rappresenta una sfida impossibile, si può sempre optare per il noleggio dei costumi, questo consente di evitare l’usa e getta e di donare nuova vita a mostruose creature una volta all’anno. E adesso la nostra scatola dei costumi  è pronta per una secondo e terzo "ri-indossamento" da parte del cuginetto

  2. Le zucche: le zucche di Halloween sono di gran moda e la gente a volte dimentica che non sempre domanda e offerta hanno effetti positivi sull'ambiente. Io adoro le zucche. In generale adoro l’autunno, per i colori caldi e meravigliosi e il cielo frizzante. Le zucche (e le castagne) sono le decorazioni più belle, ma dobbiamo stare attenti.

    Per far crescere le zucche abbastanza in fretta, molte vengono spruzzate con pesticidi pesanti. Vengono spedite su lunghe distanze, rendendo la loro impronta di carbonio esorbitante.

    Possiamo trovare delle soluzioni molto più amiche dell’ambiente: compriamo zucche biologiche o coltivate in zona, le zucche sono belle tutte e in Italia abbiamo tantissime varietà commestibili (Zucca Mantovana, Zucca Marina di Chioggia, Zucca di Castellazzo, Zucca Lardaia,...) che ci permetteranno di decorare le nostre case senza sprecare un prodotto della natura. Ci sono ricette favolose da fare: Torta di zucca vegana, Ravioli di zucca, Risotto di Zucca e Noci,Vellutata di Zucca, Zucca croccante al forno. Domenica scorsa siamo stati con i ragazzi a prendere le zucche direttamente dal produttore, che per l’occasione aveva organizzato il campo a modi caccia al tesoro ed è stato divertentissimo.

 



  1. I Party di Halloween: anche quest’anno se vogliamo organizzare una festa di Halloween dovremo prendere tutte le  misure extra e le precauzioni per la sicurezza COVID, ma al di là di questo è una bella occasione per rendere questa festa super green e diffondere anche ai nostri amici che divertirsi rispettando l’ambiente si può. Prima regola: i costumi devono essere fatti in casa o noleggiati (come ci siamo detti prima)..sui fatti in casa si potrebbero avere delle sorprese incredibili che renderanno questa festa indimenticabile. Il menù deve ovviamente prevedere qualche ricetta a base di zucca serviti in piatti normali e non usa e getta (nemmeno quelli di carta o di plastica bio, possiamo farcela a usare piatti normali?). Halloween può essere una notte di fantasmi, folletti e zombie, ma con un po' di pianificazione e riflessione, può essere trasformata in una festa ecologica.

  2. Le decorazioni: eccoci arrivati al mio argomento preferito: le decorazioni di Halloween. Arrivati a questo punto dell’articolo, credo sarà chiaro a tutti che Halloween e in generale il fai da te delle decorazioni sono due cose che mi piacciono moltissimo. Da qualche anno a questa parte con i bambini abbiamo iniziato a costruirci decorazioni fai da te. Provo a raccontarvi alcune delle nostre ultime creazioni, che abbiamo scoperto in rete o mettendoci un pò di fantasia:

    1. fantasmini con fazzolettini di vecchia stoffa e tappi di spumante, o mandarini o leccalecca. Se siete anche voi tra i raccoglitori di tappi di sughero, potete creare dei fantasmini carinissimi ricoprendoli con un po’ di stoffa bianca su cui disegnare faccine mostruose. Potete usare anche mandarini o i leccalecca da far scartare poi ai nostri bambini
    2. tappi di plastica con cui creare dei bellissimi segna posto per la festa di Halloween o appenderli alle finestre. Prendete i tappi, colorateli con la tempera, magari arancione e trasformateli in piccole zucche degne concorrenti di Jack’o Lantern
    3. facce spettrali disegnate su bottiglie di vetro. Se vi capita di avere bottiglie di vetro vuote potete dipingerle di nero, bianco, arancione o viola e creare espressioni mostruose
    4. mummie mostruose con i barattoli di vetro avanzati. Basterà ricoprirli con un pò di cartapesta (riutilizzando i vecchi giornali) e dipingerli con le più strane facce da mummia che vi vengono in mente. Queste decorazioni possono facilmente trasformarsi in lanterne con l’inserimento di un lumino 

  3. 5. zucche di plastica riciclata, fatte con i fondi delle bottiglie. Tagliate il fondo di due bottiglie, incastrate uno sull’altro. Dipingete con la tempera il colore della vostra zucca e poi con il nero disegnata una faccia mostruosa. Potete completare con un pezzettino di stoffa verde il sopra. Con vecchi flaconi di shampoo potete creare mummie spaventose
    6. mascherine mostruose: usando le mascherine di stoffa nera o bianca, possiamo con degli avanzi di cotone colorati  trasformare la nostra mascherina in una decorazione portatile. Possiamo applicare occhi e bocca, ma anche piccole zucche, ragni e pipistrelli



    7. ovviamente con ritagli di giornale e fogli usati si possono fare tantissime decorazioni da appendere ai vetri: ragnatele, scarafaggi, pipistrelli, topolini,...
    8. e restano ovviamente tutte le decorazioni golose: biscotti, ciambelle, torte...su questo c’è solo da decidere con quali ingredienti, ma ci sono tantissime ricette anche vegane da provare

 

 

 

E alla fine delle feste se c’è da ripulire tutto continuate con l’approccio sostenibile, provate a usare il nostro spray detergente in refill Multiuso R5 e se pensate di infilare sotto la doccia i vostri "fantasmini" non potete che usare il docciaschiuma solido R5, arancione come una zucca, emolliente e Idratante. Con amido di riso e olio di cocco contiene il 97% di ingredienti di origine naturale ed è totalmente privo di siliconi, microplastiche e conservanti. Vegan friendly, non testato su animali, 100% plastic free, zero waste. Prodotto 100% Made in Italy.

 Buon "Green" Halloween a tutti!

 

 

 

Italiano